Come Investire 100 Mila Euro in Modo Intelligente? Elabora la Tua Strategia Vincente

Come investire 100.000 euro? Questa somma rappresenta una pietra miliare della finanza personale, il traguardo al di sopra del quale si incomincia ad avere un patrimonio degno di nota. Diventa importante, quindi, sia preservare il potere d’acquisto di questo patrimonio che valorizzarlo attraverso i giusti investimenti.

Probabilmente avrai già notato che esistono davvero tanti modi per investire, dal crowdfunding ai fondi d’investimento, passando per cose un po’ strane come le criptovalute o molto tradizionali come i buoni fruttiferi postali.

In tutto questo mare confusionario, se non hai sviluppato delle competenze approfondite ti sarà probabilmente difficile fare chiarezza.

In questa guida, l’obiettivo è proprio quello di aiutarti a fare chiarezza e usare il metodo giusto per prendere le tue decisioni. Detto questo, come puoi bene immaginare tutto dipende dai tuoi obiettivi personali e da alcune tue preferenze; in sostanza, esiste un modello decisionale valido per tutti ma che darà risposte differenti ad ognuno.

Comincia dalle domande giuste

Prima di pensare a strumenti finanziari e consulenti, pensa ai tuoi obiettivi:

  • Vuoi ottenere un’entrata extra o vuoi fare soltanto in modo da bilanciare l’inflazione? O magari vuoi costruirti un patrimonio più grande per quando andrai in pensione?
  • Quanti rischi sei disposto a correre per ottenere un rendimento maggiore?
  • Sei sicuro di aver già raggiunto il punto del tuo stato finanziario in cui la prima preoccupazione diventano gli investimenti? In molti casi, l’impiego migliore dei soldi è un altro. Pensaci: magari hai un mutuo in corso su cui devi riconoscere degli interessi più alti di quelli che potresti ottenere dai tuoi investimenti. Oppure non ti sei ancora assicurato contro i rischi e sulla vita, o magari dovresti fare un investimento mirato al risparmio. In molti casi, giusto per capirci, il ritorno sull’investimento in pannelli fotovoltaici è maggiore -tra risparmio e sgravi fiscali- di quello ottenuto sui mercati finanziari.

Insomma, prima di cominciare una nuova avventura assicurati di sapere bene da dove stai partendo e quale sia la tua meta. Finché non avrai ben chiare le idee, non proseguire.

Trova l’esperto giusto che possa aiutarti a investire 100.000 euro

Se stai leggendo questa guida, è molto probabile che tu non abbia un’approfondita conoscenza dei mercati finanziari e del mondo degli investimenti in generale.

Per questo motivo è importante che tu sia affiancato da una persona competente e di cui puoi fidarti. Il mercato ti propone fondamentalmente due soluzioni:

  • Il risparmio gestito, rappresentato da banche, Poste e assicurazioni di vario genere. Queste aziende affiancano ai loro clienti un promotore che ha il compito di fare consulenza. Si tratta di una consulenza comunque abbastanza finta, perché il promotore è pagato per venderti i prodotti che gli passa l’azienda per cui lavora e basta. Non può costruire un portafoglio su misura per te, ma soltanto scegliere tra i fondi gestiti dal brand con cui ha firmato un contratto. Qui bisogna aprire un’ulteriore parentesi: i fondi, molto spesso, contengono i titoli che la banca aveva comprato per sé ed ha poi passato alla SIM che investe i soldi dei suoi clienti per liberarsene. I fondi più “sporchi” sono anche quelli su cui vengono riconosciute maggiori commissioni ai promotori, che dunque sono incoraggiati a venderteli.
  • La seconda opzione è la consulenza finanziaria indipendente. Il consulente finanziario, in questo caso, non ha contratti con nessuna azienda ed è libero dal conflitto di interessi; è proprio per questo motivo che, personalmente, ti consiglio davvero di rivolgerti ad un professionista di questo tipo. La retribuzione del consulente, stavolta, non dipende dalla sua capacità di appiopparti un certo prodotto ma soltanto dal tempo che dedica a seguire il tuo portafoglio. Potrà scegliere per te qualsiasi prodotto finanziario, senza vincoli imposta da alcuna entità, ed ha anche costi decisamente inferiori a quelli del risparmio gestito.

Il risparmio gestito è sempre meno popolare, sia per i conflitti di interesse palesi che per i costi elevati. Mentre un consulente indipendente ha un costo circa dell’1% all’anno su un patrimonio da 100.000 euro che gestisce, i prodotti venduti dai promotori costano normalmente il 3% l’anno. Questo significa che in molti casi, anche investendo il denaro in accordo con il tuo profilo di rischio e su titoli che rendono il 2,5% netto l’anno, potresti comunque perdere soldi per via delle commissioni esorbitanti.

Su cosa investire 100.000 euro

La scelta della composizione del portafoglio è una cosa che dovresti lasciare al consulente, ma è comunque importante che tu conosca a grandi linee delle basi che possano esserti utili.

Prima di tutto, un patrimonio del genere viene solitamente investito in fondi perché non è abbastanza elevato da poter diversificare il portafoglio comprando singoli strumenti. I fondi migliori sono quelli a gestione passiva, anche chiamati ETF, perché tendono ad avere performance decisamente migliori di quelli a gestione attiva e ad avere costi 10-15 volte inferiori di anno in anno.

I fondi su cui andare ad investire dovrebbero contenere un giusto rapporto di azioni ed obbligazioni. Sicuramente avrai una parte di obbligazioni governative di paesi industrializzati, come i Bund tedeschi, che rappresentano la parte meno rischiosa e meno redditizia.

A seconda di quanto sei disposto a rischiare e di quanto speri di far rendere il denaro, poi, queste saranno bilanciate con strumenti meno sicuri ma potenzialmente più redditizi: il tipico esempio sono le azioni dei mercati emergenti, ma esistono tante sfaccettature.

Per riassumere, la diversificazione degli strumenti e del rischio è la base. Costruendo su questa base, poi, il consulente andrà a proporti un portafoglio il cui rischio complessivo e orizzonte temporale siano allineati alle tue esigenze.

Gli errori da evitare quando si investono 100.000 euro

Il mondo degli investimenti è pieno di trappole e specchietti per le allodole. La forma più diffusa di investimento che sembra attraente ma poi non funziona è il trading online; per fare trading è necessario avere una grande preparazione ed una formazione specifica nello studio dei grafici, cosa che può essere ottenuta solo con anni di studio e di pratica.

Questi investimenti hanno un rischio molto elevato, specie dal momento in cui sfruttano gli strumenti derivati per offrirti trading in leva finanziaria e la possibilità di vendere allo scoperto degli asset che non possiedi.

Un altro mercato da cui rimanere lontani, per lo meno in Italia ed in questo periodo storico, è quello immobiliare. Gli immobili si rivalutano ad un prezzo minore di quello dell’inflazione, praticamente ovunque meno che a Milano e in alcuni quartieri delle altre città italiane più grandi. Magari in futuro vedremo giorni migliori per gli immobili degli italiani, ma per il momento è meglio guardare altrove per investire i soldi.

Da ultimo, non seguire nessuna strada che ti prometta enormi guadagni facili in tempi brevi. Per alcuni potrà sembrare scontato, ma non è così. Infatti, per i commenti che ricevo quotidianamente, posso assicurarsi che una quantità enorme di persone si fa coinvolgere in schemi piramidali e cose di questo genere.

Chi ha più di 100.000 euro sul conto in banca finisce ben presto per venire in contatto con realtà ambigue, tentazioni da cui bisogna stare alla larga per evitare spiacevoli sorprese.

Investi i tuoi soldi con l'aiuto della migliore consulenza finanziaria indipendente.

Inizia a prenderti cura del tuo denaro con Investitore Strategico:

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *