Come Investire 10.000 Euro: Consigli Indispensabili per Costruire la Tua Strategia

Come investire 10.000 euro sul conto in banca? Se hai risparmiato e accumulato questa somma è normale iniziare a pensare agli investimenti. E’ infatti fondamentale prendersene cura, per evitare che il tuo capitale si svaluti sotto i colpi distruttivi dell’inflazione.

Ci sono tanti investimenti che si possono vagliare con 10.000 euro, anche se ovviamente non tutti sono convenienti: tra le tante banche, SIM e assicurazioni che ti chiedono di portare presso di loro i tuoi soldi, di chi ti puoi realmente fidare?

In questa guida vogliamo spiegarti brevemente in che modo dovresti impostare il tuo percorso di investimento per massimizzare i tuoi risultati e minimizzare i costi. Come scoprirai, però, ogni investitore ha un profilo diverso; per questo motivo è importante avere delle linee guida precise e dei consigli su cosa fare e come individuare i professionisti migliori a cui rivolgersi.

Su cosa investire 10.000 euro

Nell’immaginario comune, quando si pensa ai mercati finanziari, gli strumenti da dover utilizzare sono prima di tutto obbligazioni ed azioni, in quanto rappresentano da sempre il punto di riferimento per molti risparmiatori.

Eppure, prima di chiedersi su quali azioni ed obbligazioni investire, bisognerebbe ragionare su come impostare il proprio piano di investimento o, addirittura, se non esistano altri strumenti (magari più adeguati) per poter investire i propri soldi.

Ad esempio, per poter costruire un portafoglio di investimento con 10.000 € a disposizione è fondamentale utilizzare strumenti ben diversificati ed efficienti come gli ETF.

Naturalmente la protezione e la crescita del tuo capitale dipendono da quali ETF andrai ad inserire nel tuo portafoglio e da come lo gestirai nel corso del tempo. Su questo punto, se non hai già le competenze necessarie, è fondamentale rivolgersi ad un professionista serio che sia in grado di aiutarti a costruire e seguire il tuo investimento.

Ma facciamo un piccolo passo indietro e parliamo un momento di come si imposta il proprio piano di investimento?

In poche parole, possiamo dire che dipende in modo molto specifico dai tuoi obiettivi e dal modo in cui hai impostato il tuo percorso finanziario. I tre grandi punti che devi affrontare per costruire il tuo personale progetto di investimento sono:

  • La definizione del tuo obiettivo di investimento. Del resto, se non sai che cosa vuoi ottenere dai tuoi soldi e il motivo per cui vai ad investire i 10.000 €, non potrai essere in grado di selezionare gli strumenti finanziari adeguati;
  • La definizione dell’orizzonte temporale del tuo investimento. Se il tuo obiettivo è quello di tenere il capitale impegnato per un periodo lungo, sicuramente potrai puntare su investimenti un pochino più rischiosi, e viceversa;
  • L’impostazione del profilo di rischio (che poi visto da un altro punto di vista è il potenziale di rendimento). Se stai cercando un modo per far crescere il tuo capitale, dovrai avere un portafoglio diverso da chi sta invece cercando soltanto di proteggersi dall’inflazione; ad un maggior rischio corrisponde sempre un maggior profitto potenziale e viceversa;

Purtroppo però tutto questo non basta, in quanto per ottenere un risultato soddisfacente dal proprio investimento è necessario saper riconoscere le truffe e le trappole che possono attaccare i tuoi soldi.

Attenzione alle trappole

Purtroppo il web sta dando uno scossone più negativo che positivo al mondo degli investimenti. Per una realtà che nasce offrendo un servizio serio ed interessante agli investitori online, infatti, ce ne sono 10 che cercano di truffarli.

In particolare, schemi di Ponzi di vario genere, criptovalute farlocche e modelli piramidali che ti promettono rendimenti altissimi (addirittura su base giornaliera) intasano quotidianamente i meandri di internet.

Una persona che non ha mai avuto a che fare con le logiche tipiche del web e dell’economia digitale potrebbe pensare che queste aziende siano la risposta buona e miracolosa alle banche cattive e fraudolente, ma non è assolutamente così.

Puntualmente queste realtà spariscono con i soldi degli investitori che, convinti di aver trovato le risposte alle proprie esigenze, si ritrovano invece vittime di vere e proprie truffe ai loro danni. E come se non bastasse, anche tra le aziende legate agli investimenti che operano in modo del tutto legale possono nascondersi delle trappole e delle pratiche scorrette di non poco conto.

In particolare, ti sconsiglio vivamente di cominciare a fare trading online. In questo settore le promesse di moltiplicazione del capitale e di rendimenti improbabili sono all’ordine del giorno. Non a caso molte persone si sono lasciate convincere di poter operare sui mercati finanziari utilizzando strumenti derivati e meccanismi finanziari complessi, senza una formazione specifica e consolidata nel corso di tanti anni di esperienza pratica. Puntualmente, questo li porta a perdere tutto il denaro che hanno provato ad investire.

Investire 10.000 € richiede un approccio diverso e la consulenza di un professionista che possa dare una direzione sensata al tuo portafoglio, evitando di rivolgerti a realtà che non sono neanche legali o che lo sono ma presentano logiche e rischi decisamente fuori da ciò di cui hai realmente bisogno.

Consulenza: sì o no?

Il mare dei mercati finanziari è estremamente complesso e burrascoso ed è importante, finché non si è in grado di navigarlo da soli, avere la guida di un professionista preparato e indipendente.

Deve necessariamente essere una persona di cui tu ti possa fidare e che segua le tue indicazioni per investire i 10.000 euro che hai sul conto nel modo migliore possibile; la sua esperienza ti sarà utile per creare un portafoglio che si sposi con le tue esigenze e che ti permetta di ottenere il più possibile dai tuoi investimenti.

In ogni caso, anche nel mondo della consulenza è necessario fare attenzione, in quanto non è tutto oro quel che luccica.

Anzi, la maggior parte del mondo della finanza tradizionale e del risparmio gestito lavora con degli strumenti e dei metodi che sono assolutamente inefficienti, dannosi e spesso eccessivamente rischiosi per gli investitori.

Ecco perché, probabilmente, avrai sentito dire a qualche amico o collega che i soldi investiti con la sua banca non stanno rendendo niente o stanno rendendo davvero poco.

Quando il metodo, la strategia e gli strumenti finanziari utilizzati non sono corretti, il portafoglio subisce inevitabilmente una serie di conseguenze negative, con un rendimento che sarà pari a zero, quando le cose vanno bene, o addirittura negativo, quando invece vanno male.

Vediamo di seguito come trovare il professionista adatto ad aiutarti ad investire il tuo capitale.

Banche, Poste e assicurazioni

Dato che per trovare un professionista degli investimenti e dei mercati finanziari in passato ci si recava esclusivamente presso le banche, la Posta o le assicurazioni, molte persone non sono a conoscenza dell’esistenza di una via alternativa per ricevere una consulenza adeguata.

Sicuramente presso i vari intermediari finanziari è possibile ottenere qualche consiglio, ma la vera domanda che ti devi porre è “si tratta di consigli che sono nel mio interesse o di qualcun altro?”.

Quando parli con un promotore finanziario, ad esempio, devi ricordarti che il suo interesse sarà principalmente quello di venderti i prodotti di risparmio gestito della sua banca (fondi comuni, piani di accumulo, assicurazioni miste, ecc.), per via delle commissioni che riceverà.

Il conflitto di interessi è forte ed inevitabile, perché la sua remunerazione deriva prevalentemente da costi e commissioni elevate che vengono costruite (e a volte nascoste) all’interno dei prodotti stessi che ti propongono (vendono).

I prodotti del risparmio gestito hanno quindi sempre tre problemi:

  • Costi molto elevati (studi e ricerche li indicano intorno al 3% annuo), che vanno ad erodere i tuoi rendimenti fino addirittura ad azzerarli;
  • Grande incertezza, perché la persona che ti vende questi prodotti non è quella che poi li gestisce (non lavorano nemmeno per la stessa azienda) e questo significa mettere i tuoi soldi in mano ad uno sconosciuto;
  • Vincoli e limitazioni, come ad esempio le commissioni di ingresso o di uscita, che ti spingono a rimanere investito anche quando le condizioni dei mercati non sono più adeguate;

Non si tratta dunque di una vera consulenza, ma soltanto di un modo per venderti prodotti preconfezionati e standardizzati.

Consulenza indipendente

La strada alternativa a tutto questo è quella della consulenza finanziaria indipendente, in cui ci si rivolge ad un professionista che ti consiglia quali strumenti inserire nel tuo portafoglio senza conflitti di interesse.

Il conflitto di interessi si risolve in quanto la retribuzione avviene esclusivamente sulla base di una parcella diretta tra investitore e consulente, e non sulla base di commissioni (spesso occulte e invisibili) presenti nei prodotti finanziari utilizzati.

In questo modo il consulente finanziario indipendente è libero di poterti consigliare solamente le migliori soluzioni di investimento, in base alle tue esigenze specifiche.

Questo è esattamente ciò che facciamo all’interno di Investitore Strategico, un servizio nato proprio per permettere di investire i propri soldi con il supporto di una consulenza finanziaria realmente indipendente.

Investi i tuoi soldi con l'aiuto della migliore consulenza finanziaria indipendente.

Inizia a prenderti cura del tuo denaro con Investitore Strategico:

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *